Di tempo ne ho poco tra il lavoro e l’attività di volontariato per il progetto di Amatrice 2.0, e non solo questo, però è importante fare un minimo di comunicazione su quello che stiamo facendo, anche per celebrare i volontari che da tutta Italia si stanno dando da fare per la popolazione colpita dal terremoto.
La missione è iniziata sabato mattina scorso, siamo partiti da diverse regioni d’Italia: permacultori, transizionisti, esperti di energia rinnovabile e bioedilizia, volontari della protezione civile. Ci siamo incontrati sulle montagne della Laga a monte di Amatrice per iniziare una missione dura emotivamente e anche fisicamente.
WP_20160924_001.jpg

Dopo una presentazione ai partecipanti del progetto dei suoi principi etici e degli obiettivi della missione, dopo un pranzo collettivo ci dividevamo in 4 squadre ognuna con il compito di visitare 5 o 6 aziende agricole montane al giorno per verificare il loro stato, le difficoltà, i danni e le necessità immediate e nel medio termine. Dopo una giornata di lavoro ci vediamo tutti sulle coste del lago di Campotosto dove la Protezione civile di Rocca di papa e la RESEDA (Ottavia e Roberto) hanno allestito un campo con le tende e iniziato a fare un fuoco per cucinare.
IMG_4872.JPG
Ci voleva proprio una serata rilassante dopo una giornata a parlare con le persone colpite dal sisma e dopo quello che abbiamo visto in questa zona. Cibo e vino locale e la natura che ci circondava ci hanno aiutato a prendere sonno per iniziare il secondo giorno di missione.
Dopo aver visitato ulteriori aziende ci siamo trovati la sera a Capricchia, dove la popolazione ha creato un comitato per non far morire questa frazione montana e cercare di ricostruirla. Stanchi ma con gli obiettivi della missione raggiunti ripartiamo verso le nostre case. Il prossimo WE si ripete.
Roberto Salustri
Coordinatore del progetto Amatrice 2.0
Annunci