Il WWOOF è un movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro, per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile. WWOOF Italia ha da subito aderito alla rete Amatrice 2.0 per sostenere gli allevatori colpiti dal sisma. Questo è il primo racconto dei volontari del WWOOF che hanno fatto una missione per aiutare un’azienda agricola colpita dal sisma.

Volontariato agricolo e passioni condivise!

di Roberto & Franco

Due agricoltori dei Colli Tortonesi, Basso Piemonte, Franco, socio della Coop Valli Unite ,e Roberto della Vecchia Posta  entrambi con un po’ di esperienza nell’allevamento ma soprattutto vignaioli . Per 5 giorni a gennaio 2017 ospitati dall’azienda agricola montana di Nunzia e Claudio ad Amatrice, venticinque vacche di cui  15 in lattazione  il tutto in una stalla e un fienile provvisori.

L’accoglienza di Nunzia e Claudio è subito calda  e piacevole e ci presentano subito “l’agriturismo a 3 stelle”, dormiremo in un container con stufetta elettrica, si mangia sotto una tenda riscaldata da un fungo a gas, in compenso l’amatriciana di Nunzia è indimenticabile. Loro vengono dalle fredde giornate della neve,  quelle condizioni con i teloni che volavano e il freddo che gelava tutto li hanno stremati, sono stanchi e anche demoralizzati. Non ci sarà solo da lavorare.

IMG-20170123-WA0003.jpg

Iniziamo ad aiutarli nella stalla, il fieno, la mungitura e il letame e poi verrà l’acqua, due giorni senz’acqua in una stalla significa abbeverarle due volte al giorno con i secchi. Intanto ci guardiamo attorno per capire cosa possiamo fare in pochi giorni per rendere il loro lavoro quotidiano un poco più agevole. La stalla provvisoria è un battuto di cemento con i cancelli zincati, le poste autobloccanti e la mangiatoia, coperto da una struttura in acciaio a tunnel che sorregge un telone. Primo problema: il battuto di cemento non ha pendenze, anzi a dir la verità ha delle lacune dove poi ristagnano i liquami; non si può fare molto ma il primo giorno lo dedichiamo a fare delle canaline di scolo con il disco diamantato,martello e scalpello. E poi i cancelli. Chi ha progettato queste stalle ha pensato alla stabulazione libera nei paddok, mentre qui, soprattutto i piccoli allevatori, hanno ancora tutte le vacche legate, per cui si ritrovano un piantone proprio dove dovrebbe passare il trattore per caricare il letame dietro alle mucche, e allora giù di carriola. Per fortuna i cancelli sono estensibili, riusciamo a spostare il piantone ma solo grazie al fatto che c’è la squadra che monta la casetta e possiamo attingere alla loro attrezzatura.

IMG-20170122-WA0004.jpg

Qualsiasi piccolo lavoro richiede tempi lunghi, l’attrezzatura è in parte sotto le macerie, il ferramenta a mezz’ora di strada e con prezzi non proprio popolari e poi la neve, tanta neve che ha seppellito ogni cosa, anche i pochi stocchi di legno che ci servivano da mettere sotto il fieno. Ma non c’è solo lavoro. A poco a poco entriamo in confidenza con Nunzia e Claudio che si rivelano due zii di cui non conoscevamo l’esistenza. Sia al lavoro che nel tempo libero si cerca di ridere, una battuta, uno sfottò e alla sera un confronto serrato a briscola e poi il Bar Pica. Con la sua macchinetta dell’espresso Nunzia dalla roulotte sforna dai 30 ai 40 caffè al giorno, operai, volontari, uomini in divisa e  tanta gente che ogni tanto passa a trovarli. E’ incredibile come  in questa situazione si possano trovare insieme tanta disperazione, desolazione e allo stesso tempo umanità a piene mani.

img-20170124-wa0000

Da contadini, l’altra cosa che ci stupisce è il profilo agricolo di Amatrice. Una realtà zootecnica di montagna ancora importante, stalle di vacche da 10 ma anche da 200 capi, pecore, cavalli allo stato semibrado su nei pascoli  e che dire degli allevatori, gente tosta, vera, anche se poi nella  distribuzione del fieno la necessità fà uscire fuori delle tensioni non giustificabili. Come agricoltore e soprattutto come piccolo vignaiolo biologico in un paese di alta collina mi sono sempre sentito un resistente, ma quando vedi questo territorio  ti senti un privilegiato, uno che si può permettere di discutere i limiti di solforosa o il nuovo disciplinare delle Doc. La realtà è che la “contadinità”  che ho trovato quì è la vera resistenza, una resistenza ora messa alle corde.

Un bel grazie ai volontari di Nerola che ci hanno liberato il cortile dalla neve, ai fuoristradisti  sempre presenti e ai Vigili Urbani di Milano, sì proprio di Milano, ci hanno trovato i pallet per i balloni e hanno sollecitato la squadra dell’acquedotto. Adesso a casa l’opera continua, con le Valli Unite ed altre aziende si raccoglie il fieno da vendere per mandare giù i soldi, il trasporto costa troppo, meglio ricomprarlo in zona e consegnarlo direttamente alle aziende dei piccoli allevatori che sono quelli che più soffrono una distribuzione disorganizzata  e con pesanti confronti fisici.

IMG-20170123-WA0000.jpg

Nunzia e Claudio … difficili da dimenticare…….ci toccherà prima o poi ritornare!

P.S.    Roberto – al ritorno mi sono trovato sul mio vecchio Kangoo tre chiodi che avevo schiodato da una vecchia tavola della stalla. Non sono credente ma i tre chiodi li conserverò per ricordo, simbolo di un calvario che ogni giorno questa gente deve superare, un calvario non raccontato dai testi sacri ma twittato, fotografato, postato, così moderno da essere documentato ma così antico da rievocare la Passione.

LA BARZELLETTA  – questa la scrivo per non dimenticarmela

Due giorni dopo il nostro ritorno a casa Nunzia mi telefona: “ Robbè ieri sono venuti quelli della regione a vedere la stalla , c’era pure l’Assessore  e mi ha detto – signora le facciamo i complimenti “ nel mio stupido orgoglio  pensavo ai complimenti per la conduzione della stalla, alla quale anche il nostro lavoro aveva contribuito, e invece… “Robbè m’hanno fatto i complimenti perché siamo l’unica famiglia che non gli ha presi a male parole”.

Link ai nostri amici Woofer 

Condividere la quotidianità rurale alla ricerca di stili di vita in armonia con la natura!

http://www.valliunite.com/

https://www.lavecchiaposta-avolasca.com/

http://www.wwoof.it/it/

 

Annunci